Recensione Autoradio Pioneer DEH-X9600BT | Opinioni.it

Recensione Autoradio Pioneer DEH-X9600BT

Voti
  • Display: 7
  • Formati Supportati: 9
  • Ingressi: 10
  • Optional: 7
Dati tecnici
  • Radio: AM/FM
  • Connettività: CD, SD, Bluetooth, USB, Aux
  • Formati supportati: MP3, WMA, WAV, AAC da CD-R / CD-RW / USB / SD, audio
  • Compatibilità con Android, Apple
  • Advanced Sound Retreiver
  • Playlists con funzione Mixtrax Ez
Punti forti
  • Molti formati supportati
  • Tre canali stereo in uscita
  • Funzionalità per playlist
  • Compatibile con Android e Apple
  • Advanced Sound Retrieval per l'audio compresso
Punti deboli
  • Display poco intuitivo
  • Ricerca dei file macchinosao
  • Schermo poco leggibile di giorno

Display 7/10
La prima cosa che colpisce in questo autoradio Pioneer DEH-X9600BT è il display, nel bene e nel male. In controtendenza con altri marchi di elettronica che puntano all'impiego del minimo possibile di colori e molto sulle informazioni testuali, per adattarsi al sempre più diffuso impiego della messaggistica scritta, questo autoradio punta su un display con una funzione vu-meter molto presente durante le fasi di ascolto, con parecchie sfumature di colore per i livelli sulle varie bande di frequenza, il che lascia all'inizio un po' dubbiosi. Superato il primo scoglio ci si può addentrare nel menù dell'autoradio, pieno di funzioni annidate, ma a volte un po' difficile da gestire mentre si guida, soprattutto per quanto riguarda la ricerca dei file, che si basa su un meccanismo piuttosto macchinoso, non esattamente in linea con gli altri prodotti della stessa fascia di costo Pioneer. Tuttavia col tempo ci si rende conto che si tratta di un problema di importanza assolutamente secondaria, perché una volta che si è presa la mano con i meccanismi di comando, la difficoltà si riduce notevolmente ed è possibile modificare i vari parametri con una certa facilità e in maniera che viene tutto sommato naturale. Il display è luminoso, ma il sistema del dimmer non è automatizzato e la sua gestione può risultare complicata e, con una forte luce solare, la leggibilità non è al suo massimo. Tuttavia appare come un prodotto che ha bisogno di essere capito un minimo prima di passare ad un impiego fluido, quindi non bisogna lasciarsi impressionare dal primo approccio, un po' come per ogni novità a cui dobbiamo abituarci. Ricordiamo comunque che è un prodotto molto apprezzato nel settore del car tuning e quindi una parte dell'annidamento dei menù è legata al fatto che molte funzioni saranno programmate con calma dall'utente proprio in fase di ottimizzazione dell'impianto e non saranno più ritoccate.

Leggi anche le Opinioni degli utenti sull'autoradio JVC KD-X130

Formati Supportati 9/10
In un ambiente che sta fin troppo rapidamente abbandonando la compatibilità coi vecchi formati dei supporti per la musica, questo autoradio rappresenta un'importante eccezione di qualità.
Primissimo e vero punto di forza di questo potente Autoradio Pioneer DEH-X9600BT è la quantità dei formati supportati e delle sorgenti che possono essere gestite, anche in contemporanea grazie alle funzioni embedded. A parte le audiocassette e i vinili tutto il resto sembra essere stato elencato. L'autoradio legge i CD, ma ha a disposizione anche uno slot per le carte SD, che è una dotazione piuttosto inusuale per un sistema autoradio. come se non bastasse sono presenti una porta USB standard capace di leggere sia le chiavette USB che gli smartphone con sistema operativo Android e i prodotti Apple come mass storager device, ed un ingresso aux-in a jack 3.5mm per le sorgenti audio analogico dirette.
Stupisce fin da subito la grande quantità di formati che possono essere letti da questo sistema di riproduzione per auto.
I formati che vengono riconosciuti e riprodotti sono mp3, Wma, Wav, AAC, provenienti sia da CD, CD-R, che CD-RW oltre che da memorie a stato solido come le chiavette USB formattate in FAT 12/16/32, e naturalmente i formati da CD audio tradizionali. Oltre a queste caratteristiche è possibile la lettura di stream audio provenienti da dispositivi con dotazione bluetooth, che vengono riconosciuti automaticamente durante le fasi di handshake e che risulta molto utile sopratutto quando ci sono molte sorgenti da cui attingere musica e quindi senza il bisogno di dover concentrare tutti i file in un solo dispositivo. Ovviamente la porta USB funge anche da sorgente di corrente per ricaricare un eventuale telefono o tablet che vi sia connesso via cavo, non in dotazione, a patto di rispettare le specifiche di corrente della porta che eroga fino a 1000mA. Grazie alla presenza del sistema Advanced Sound Retriever proprietario Pioneer, da anni leader di settore per la qualità del suono, le prestazioni dell'audio riprodotto crescono notevolmente rispetto all'originale non processato, per esempio ascoltato in cuffia, e consente una resa qualitativa ottima anche coi file in formato anche molto compresso, eliminando la maggior parte degli artefatti che spesso si portano dietro durante la fase di conversione e che su un impianto a più vie si fanno sentire in maniera drammatica, soprattutto con ascolti caratterizzati da una forte escursione dinamica.

Quali radio ascoltare sull'Autoradio Pioner? Scopri le Radio consigliate dagli utenti.


Ingressi 10/10
L'autoradio Pioneer modello DEH-X9600BT
è in grado di leggere tutti i formati di CD, sia che si tratti di prodotti originali che masterizzati oltre che i riscrivibili, che spesso vengono rifiutati da sistemi meno avanzati, e di leggere eventualmente i file audio presenti al loro interno, a patto che siano in uno dei formati supportati da questa versatile lettore e amplificatore audio. La porta USB e lo slot per le schede SD completano la lista degli ingressi per l'audio digitale e a stato solido, compatibili completamente con i i sistemi Apple, naturalmente con l'impego di un adattatore per convertire la loro presa in una USB standard, e ovviamente con i sistemi Android. Oltre agli ingressi dati digitali è disponibile un ingresso aux-in con jack da 3.5mm direttamente sul frontale per attaccare un lettore mp3 o un altra sorgente all'impianto, ad esempio con l'uscita cuffie dello smartphone o del telefono ed ascoltare la musica in streaming con una delle principali applicazioni disponibili o ad esempio su Youtube. Per quanto concerne le funzioni radio, la Pioneer ha mantenuto piena compatibilità con le trasmissioni analogiche tradizionali, nelle tre bande FM, AM e LW che spesso sono la scelta privilegiata pre i guidatori di lunga percorrenza. La possibilità di sintonizzazione fine è ben realizzata, con la possibilità di memorizzare le stazioni che preferiamo, che appaiono per nome e frequenza sul display. Una volta scelte le frequenzee memorizzate negli spazi a loro dedicati, la gestione di ricerca ricalca il meccanismo per le playlist ed è sufficiente usare le freccette nei pulsanti in plancia per spostarsi da una all'altra. In questa maniera non è possibile trovarsi senza la possibilità di ascoltare musica mentre guidiamo. Da non trascurare l'implementazione di serie della funzione che provvede ad avertirci delle condizioni del traffico nella zone coperte da questo utile servizio. Se stai cercando una autoradio, potrebbero interessarti anche le opinioni su Alpine UTE-72BT.

Optional 7/10
Avendo inserito tutto il necessario dentro l'autoradio, a Pioneer sembra che non siano sono rimasti molti optional da aggiungere. In pratica l'unico accessorio disponibile espressamente per questa autoradio con frontalino estraibile, è il telecomando Pioneer CD R 320. Si tratta di un telecomando in formato di dimensione card, quindi facilissimo da riporre, con una plancia semplice, chiara ed estremamente intuitiva, compatibile non solo con la deh-x9600bt ma anche con altri prodotti della stessa gamma. Nel caso in cui comunque si desiderasse ottimizzare la connessione fra il nostro telefono e l'autoradio, è possibile acquistare speratamente il kit di connessione per smartphone sempre prodotto da Pioneer per avere il massimo della comodità di impiego in auto, con la possibilità di integrare le chiamate in vivavoce via bluetooth sul sistema autoradio, ottimizzando la performace di guida e aumentando notevolmente i livelli di sicurezza su strada. Si tratta infatti di un sistema di ancoraggio per la gestione free hand, utile in particolare se il nostro telefono ha abilitati i comandi vocali.

Giudizio Finale
In definitiva, superate le perplessità iniziali quando si accede per la prima volta al display e sui menù un po' complicati da capire, il Pioneer deh-x9600bt di dimostra un prodotto buonissimo, sai per costo che per qualità. La pasta dell'audio è ottima, come per tutta la gamma Pioneer, con bassi ben definiti e corposi e un ottimo algoritmo di processamento per i file compressi, che vengono restaurati dal sistema Advanced Sound Retriever per il recupero qualitativo dell'audio e riportati al loro pieno splendore per far saltare le casse dell'impianto. La funzione Mixtrax Ez è utilissima per creare playlist continue a partire dai file disponibili sulle svariate sorgenti che possono essere gestite e permette di amministrare in maniera abbastanza facile lo scorrimento delle tracce anche in caso di file mancanti. La potenza è di ben 50wx4 con finali a mosfet, ma sono disponibili i tre canali di uscita stereo dei preamplificatori per integrare il dispositivo all'interno di un impianto più potente o con parecchi satelliti. Si tratta di un'autoradio ottima per chi sceglie la via del tuning, ma indicatissimo anche per il semplice ascolto rilassato durante la guida.