Recensione dell'estrattore di succo RGV 110600 | Opinioni.it

Informativa breve sui cookies

Questo sito utilizza cookie di "terze parti", ossia di cookie installati da un sito diverso tramite il sito che si sta visitando. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.

Recensione dell'estrattore di succo RGV 110600

Voti
  • Struttura: 8
  • Prestazioni: 8
  • Praticità: 8
  • Manutenzione: 6
  • Accessori: 7
Dati tecnici
  • Doppio stadio di spremitura
  • Alimentazione 220 - 240 ¨ 50/60 V¨Hz
  • Potenza motore 400 W
  • Capacità del contenitore succo e scarti: 1000 ml
  • Peso netto apparecchio 4,8 kg
  • Dimensioni massime 235 x 168 x 543 mm
  • 60 giri al minuto per mantenere totalmente intatti enzimi e vitamine
  • Diametro del condotto di alimentazione 75 mm
Punti forti
  • Ottimo rapporto qualità/prezzo
  • Cestello del filtro in acciaio inox
  • Funzione reverse per sbloccare invertendo i giri
Punti deboli
  • Non lavabile in lavastoviglie
  • Tempo massimo di estrazione continua di 3 minuti

Struttura 8/10
Malgrado il prezzo contenuto, l'estrattore di succhi RGV 110600 Juice Art, presenta un design piacevole e curato. Naturalmente la maggior parte dei pezzi sono in plastica ma comunque apparentemente resistenti. Unico neo è il materiale non BPA-free della caraffa in plastica raccogli succo, per altro comoda e funzionale essendo dotata di scala graduata per controllare i quantitativi di succo estratto. Si può comunque sostituire con un qualsiasi recipiente idoneo che magari già possediamo a casa. Importante invece è il filtro che si presenta in acciaio inox. Questo è un punto a favore di questo estrattore di succo in quanto normalmente gli altri estrattori economici presentano un filtro anch'esso in plastica. La base motore è dotata di piedini in gomma antiscivolo per consentire un'estrazione in totale sicurezza, evitando movimenti non controllati della macchina. Il separatore di polpa è dotato di due beccucci, uno per il succo estratto e uno per la polpa di scarto. Il cestello contenente il filtro e la coclea di rotazione è trasparente per consentire la visualizzazione dell'interno della camera di estrazione onde prevenire eventuali bloccaggi dovuti a pezzi troppo resistenti incastrati tra le parti. A questo scopo l'interruttore, oltre alle classiche funzioni ON/OFF (acceso/spento) è dotato anche di tasto R (reverse) per invertire la rotazione e liberare eventuali impedimenti. L'aparecchio viene dotato anche di un comodo spazzolino finalizzato alla pulizia delle parti, soprattutto del filtro in acciaio inox.

Prestazioni 8/10
Il motore dell'estrattore RGV 110600 Juice Art ha una potenza di 400 W, ben superiore alla media della potenza dei motori dei migliori estrattori appartenenti alla stessa fascia di prezzo. Questa macchina risulta ottima per l'estrazione di succhi da frutti morbidi e succosi. Nel caso di frutti più resistenti, come ad esempio l'ananas, o verdure dure o fibrose, come carote o verdure a foglia larga, è necessario seguire alcuni accorgimenti. Innanzitutto, inutile dirlo, è necessario rimuovere noccioli e nodi fibrosi per evitare di sottoporre il motore a sforzi inutili e preservare il filtro da danni meccanici. Se si desidera usare frutta congelata è bene lasciarla prima ammorbidire e aggiungere un filo di acqua, succo o latte per diluire il composto ed evitare che la brina ostruisca i fori del filtro. Per quanto riguarda le verdure a foglia larga, essendo queste molto fibrose, è bene sminuzzarle prima di inserirle nell'estrattore in modo da spezzare le fibre ed evitare la formazione di filamenti resistenti che, avvolgendosi attorno alla coclea, potrebbe compromettere il corretto funzionamento dell'apparecchio. La lavorazione di frutti a pasta morbida, come la banana, l'avocado e simili, tendono a impastarsi rendendo l'estrazione difficoltosa. É consigliabile quindi lavorarli in accoppiata ad altri alimenti ricchi di succo. Per estrazioni particolari, come ad esempio il latte di mandorla, è bene inserire nell'apparecchio un quantitativo ridotto di frutti mescolati ad acqua in modo da prevenire bloccaggi e surriscaldamenti dell'apparecchio. Il tempo massimo di estrazione continua è fissato a 3 minuti, onde evitare surriscaldamenti dannosi al motore.

Potrebbero anche interessarti le opinioni sull'estrattore di succo RGV 110600 Juice Art 

Praticità d'uso 8/10

L'estrattore di succhi RGV 110600 Juice Art è semplice da usare. Grazie all'ampio diametro del condotto di ingresso, pari a 75 mm, sarà possibile inserire anche grossi pezzi di frutta. Questo non esime però dal seguire le dovute accortezze a seconda del prodotto che si vuole usare. Come già detto, il motore con potenza di 400 W rende questa macchina un ottimo utensile per la sua fascia di prezzo, ma sovraccaricare inserendo in abbondanza qualsiasi tipo di frutta o verdura, anche le più resistenti e fibrose, porterebbe a surriscaldamento del motore stesso e malfunzionamento della macchina. É bene quindi valutare con attenzione quale succo si vuole estrarre e comportarsi di conseguenza. Con un po' di pratica ed esperienza in materia, questi accorgimenti diventeranno comuni abitudini e non richiederanno più alcuno sforzo. La caraffa di raccolta del succo estratto è trasparente e gradata per consentire di comporre ricette nelle giuste proporzioni direttamente in fase di estrazione. Estraendo infatti il succo dei singoli componenti uno alla volta, basterà seguire la scala gradata per valutare se abbiamo già estratto la quantità di succo richiesta per quel particolare frutto e decidere quindi di procedere con il successivo ingrediente. La polpa di scarto emessa dall'apposito beccuccio durante le fasi di estrazione del succo risulta tendenzialmente asciutta, a dimostrazione del buon funzionamento dell'elettrodomestico da cucina. Nel caso in cui dovesse risultare troppo umida, sarà sufficiente reinserirla nell'estrattore e farle compiere un ulteriore percorso di spremitura per estrarre il succo residuo. Bisogna comunque tenere presente che se gli alimenti inseriti non sono freschi, essendo rimasti magari una settimana nel cassetto del frigorifero di casa, avranno perso una parte della loro acqua e quindi il succo estratto sarà minore.

 

Manutenzione 6/10
Pulire l'estrattore RGV 110600 Juice Art è un lavoro piuttosto articolato. Composto da ben nove pezzi sovrapponibili, montarlo e smontarlo per la pulizia non è cosa così immediata. Il pratico spazzolino fornito in dotazione si rivela indispensabile per la pulizia del filtro. Naturalmente il blocco motore non deve mai essere immerso in acqua o messo in lavastoviglie. Sarà sufficiente pulirlo con un panno umido ben strizzato in modo da non far colare acqua nelle parti elettriche. Quando si procede alla pulizia del blocco motore è tassativo staccare la spina dalla presa in modo evitare qualsiasi tipo di incidente legato alla corrente elettrica. I famosi nove pezzi che compongono il blocco estrattore non sono lavabili in lavastoviglie. Neanche il cestello in acciaio inox è indicato al lavaggio in lavastoviglie in quanto è delicato e potrebbe danneggiarsi. L'unico modo per pulire dunque i vari pezzi è l'acqua corrente. Il bicchiere in plastica trasparente raccogli succo ha inoltre la tendenza a rimanere macchiato, altro piccolo neo di questa macchina.

Potrebbero interessarti anche le opinioni sull'estrattore di succhi Oneconcept Jimmie Andrews SlowJuicer

Accessori 7/10
Questo estrattore viene prodotto da un'unica fabbrica e poi immesso sul mercato da diversi brand, quali Koenig, De Longhi e naturalmente RGV, dove prende il nome di RGV 110600 Juice Art. In quest'ultimo caso in dotazione all'apparecchio vengono forniti alcuni accessori e contenitori essenziali e utili. Oltre al libretto delle istruzioni, indispensabile le prime volte per montare e smontare tutti i vari pezzi nel modo corretto, viene fornito anche lo speciale filtro per sorbetti. Per utilizzarlo nel modo corretto bisognerà usare della frutta sminuzzata e precedentemente congelata lasciata riposare a temperatura ambiente per almeno 15/20 minuti prima di essere inserita nell'estrattore. Se la frutta venisse introdotta ancora congelata potrebbe causare danni meccanici all'apparecchio. I bicchieri forniti in dotazione sono in plastica e non graditi da tutti. Possono comunque essere facilmente sostituiti da bicchieri in vetro gradati o da qualsiasi altro contenitore delle giuste dimensioni di nostro gradimento. La spazzolina, come già sottolineato in precedenza, è essenziale per la pulizia del filtro in acciaio inox. Nel caso in cui questa dovesse rompersi o venisse smarrita, è consigliato compre una nuova spazzolina in plastica in un qualsiasi negozio di casalinghi per sostituirla. Lavare solo con la spugna il filtro infatti non sarà sufficiente a liberare tutti i forellini, rischiando nel tempo di ostruirli a causa di residui secchi di precedenti spremiture. Alla lunga la capacita di estrazione diminuirà sensibilmente e il filtro si intaserà sempre di più. Non immergere assolutamente il filtro in sostanze acide o candeggina per pulirlo. Ogni liquido aggressivo lo danneggerà in modo irreparabile e dovrà quindi essere sostituito.

Conclusione
L'estrattore RGV 110600 Juice Art risulta quindi essere uno strumento a metà strada tra gli utensili da cucina a basso costo e quelli semi-professionali. In realtà è un ottimo strumento per la sua fascia di prezzo, grazie alle plastiche tutto sommato resistenti dei suoi componenti, al filtro in acciao inox e ad un motore con potenza di 400 W, altamente superiore ai motori degli estrattori di uguale fascia di prezzo. Malgrado il suo numero infinito di pezzi da montare e smontare, malgrado non si possano lavare in lavastoviglie e malgrado il tempo di estrazione continua limitato a 3 minuti, l'estrattore RGV 110600 Juice Art risulta essere perfetto per chi voglia approcciarsi a questo mondo. L'estrazione di succhi a freddo, ovvero a bassi giri del motore, preserva tutte le proprietà nutritive di frutta e verdura fresca, utili per depurare e disintossicare il proprio corpo. Cominciare con uno strumento come questo, con un costo contenuto, è sicuramente la strada migliore da percorrere. Si avrà quindi modo di constatare se il mondo dei succhi è di nostro gradimento senza dover spendere cifre elevate per sperimentare questa frontiera di salute. Malgrado la media dei punteggi ottenuti sia leggermente inferiore, riteniamo che questo strumento si meriti comunque un 8/10 in merito proprio al rapporto qualità/prezzo.