• 1 persona su 1 lo consiglia
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • ambientazione
  • personaggi
  • disegni
  • adatto a tutti
1 Opinioni per Primavere e autunni - Ciaj Rocchi e Matteo Demonte
Ordina per
  • puzzi76
    Wu, ovvero l'immigrazione cinese in Italia
    opinione inserita da puzzi76 il 13/09/2017
    Questo libro a fumetti, scritto e disegnato dal nipote di Wu e dalla sua compagna, racconta la storia di questo giovane cinese, tra i primi ad arrivare in Italia, e più precisamente a Milano, all'inizio degli anni '30. Attraverso le tavole di Matteo Demonte si ripercorre, decennio dopo decennio, la vita di Wu e, parallelamente, quella della Cina (i suoi cambiamenti politici, in particolare) e della comunità cinese milanese. Da venditore ambulante di perle e cravatte, grazie alla conoscenza e al matrimonio con la cremonese Giulia, Wu inizia a diventare artefice del proprio successo, creando dal nulla un'azienda per la produzione in particolare di pelletteria. Interessante è vedere come i primi cinesi abbiano dato origine ad una comunità mista, essendo quasi tutti uomini e sposandosi, di conseguenza, con donne italiane. Le seconde generazioni, nate dopo la Seconda Guerra Mondiale, furono praticamente tutte italocinesi, ma per la legge dell'epoca i bambini acquisirono la cittadinanza cinese. Ci sono molti spunti di riflessione, in questo fumetto... Ad esempio, il trattamento subito dai cinesi durante il Fascismo, le conseguenze politiche indirette a seguito del riconoscimento della Cina di Mao (con la necessità dei cinesi immigrati di scegliere tra la "Repubblica di Cina" (ovvero Taiwan) e la Repubblica Popolare Cinese, loro vera terra di origine. Oppure la presenza di parroci cinesi, che contribuirono alla conversione di parte della popolazione. Le esigenze alla base della nascita dei ristoranti cinesi, e il loro ruolo all'interno della vita comune di molte famiglie italocinesi. Un'opera che getta una nuova luce sull'immigrazione cinese, quanto meno di vecchia data, che porta a volerne sapere di più. Matteo Demonte, in tal senso, è l'ottimo esempio di italiano di origini cinesi che decide di conoscere meglio la storia della propria famiglia, attingendo alle proprie tradizioni e alla propria cultura per arricchirsi - e arricchire indubbiamente anche il lettore - e non per innalzare una barriera con il contesto in cui è nato e vive. In conclusione, un fumetto molto interessante, singolare, che appassiona e che incuriosisce (e forse fa venire meno qualche pregiudizio). Adatto a qualsiasi tipologia di lettore.
    storia della prima comunità cinese in Italia raccontata dal nipote di uno dei primi immigrati
    nessuno