• 3 persone su 3 lo consigliano
Scrivi la tua opinione
  • trama
  • divertimento
  • spessore
  • per tutti
  • per bambini
3 Opinioni per Marigold hotel
Ordina per
  • millifly
    In India a tutte le età
    opinione inserita da millifly il 12/03/2019
    Uscito nel 2012 Marigold Hotel è una pellicola a metà tra la commedia e il drammatico con due delle attrici britanniche che mi piacciono di più, July Dench e Maggie Smith. La pellicola è composta quasi esclusivamente da cun cast corale di una certa età a dimostrazione che non solo i giovani possono prendere e lasciare tutto per cominciare una nuova vita ma a qualsiasi età si può ricominciare da capo anche in un paese tanto lontano ed esotico come l’India. Il film segue le vicende di persone molto diverse tra loro, un giudice in pensione, una vedova con dei debiti una coppia di coniugi e una donna che ha lavorato a servizio di altri per molti anni. Le loro storie si andranno ad intrecciare con quelle di un hotel tanto bello sulla carta quanto disastrato nel reale un po’ come e loro vite. Film profondo, riflessivo e recitato magistralmente da attori ben noti e dalla forte presenza scenica. L’ho trovato interessante, è uscito anche un sequel che dovrò recuperare prima o poi, lo consiglio.
    cast
    nessuno
  • jimorris
    Un hotel strampalato!
    opinione inserita da jimorris il 12/02/2019
    Ricordo di aver visto questo film tempo fa, ma nonostante mi sia piaciuto, poi non sono risucito più a rivederlo. Il film racconta di un rudere di hotel malgestito da Sonny Kappor dove un gruppo di pensionati europei si ritira attratto dall'invitante brochure. Nonostante non corrisponda alla brochure si adattano a vivere qui e ritrovano voglia di vivere. Il film non brilla per originalità e ci racconta un tema che, soprattutto nei paesi nordici, è abbastanza noto, ossia il fenomeno per il quale i pensionati si spostano in paesi più economici per vivere una discreta vecchiaia coi pochi soldidella pensione, qui questo canone viene invertito perchè l'hotel è sgarrupato e malfunzionante, ma trovano quel calore che non riescono a trovare a casa. Il paradosso funziona, ma solo una volta se si è nel giusto spirito e con gli occhi curiosi di chi, come me, non sapeva di questa migrazione silente, anche perchè io vivo in uno di quei paesi che potrebbe essere oggetto di migrazione. Così la prima volta sono riuscito a guardare il film riepiendo gli spazi lenti di curiosità, ma altre volte ne ho guardato qualche scena e poi ho smesso per noia. Il cast è davvero di livello. Tutto sommato lo consiglio.
    cast, curiosità storia
    numerosi tratti lenti e noiosi
  • monichina76
    Pensionati all'estero
    opinione inserita da monichina76 il 10/02/2019
    Il film ha ricevuto diversi premi e ha avuto abbastanza seguito da avere un sequel. Io sono stata attratta dall'ambientazione esotica e dal cast con attori che mi piacciono Judy Dench, Bill Nighy, Maghoe Smith e Fev Patel ( quello del milionario). Un gruppo di pensionati inglesi per diverse ragioni legate soprattutto a scarse condizioni economiche decide di ritirarsi nella più economica India in un hotel di lusso recentemente adibito a pensione per gli anziani a prezzi convenienti. Quando arrivano però scoprono che l'hotel è malandato Jonny il proprietaro non sa gestire il posto e la sua vita e le cose non vanno come se li aspettavano. Tra di loro inevitabilmente si creano relazioni e in qualche modo ottengono quello che vogliono. Dal cast e dai premi mi aspettavo di più ma è comunque un bel film delicato sui rapporti umani, sul continuare a vivere anche in terza età. In alcuni punti l'ho trovato un po' piatto in altri in un po' scontato sopratutto nella visione dell'India. È bella invece la visione e il coraggio di alcuni personaggi e le loro storie. Gli attori soprattutto gli anziani sono notevolmente bravi e intensi. Ovviamente sono belli i paesaggi e la fotografia. Lo consiglio per una serata tranquilla e per la fiducia che infondono questi anziani che viaggiano iniziano nuovi lavori, nuovi amori, affrontano problemi. Un bel film tuttosommato.
    Trama, personaggi, ambientazione
    Un po' piatto in alcuni punti