Opinione su Sony SRS-XB20: Una cassa... bipolare...

Una cassa... bipolare...

06/09/2019

Vantaggi

Da "usata" era una cassa più che interessante, per ascolti a medio bassi volumi

Svantaggi

Un suono a V aggressivo negli alti che non apprezzo molto, molto meglio la Tribit MaxSOUND, più flat...


In un certo senso devo ringraziare questo prodotto e marchio, perché grazie a queste casse Sony ho capito meglio che per i miei obiettivi è meglio indirizzarsi a delle vere casse.
In origine, idealmente, volevo prender 2 casse bluetooth combinabili come un compromesso/impianto audio per l'ascolto musicale condiviso "serio", in famiglia e non.
In pratica però ho constatato che la qualità audio complessiva tra queste 2 casse e le mie cuffie d'alta qualità è a dir poco imbarazzante.
Comunque ho poi capito che principalmente è la risposta di frequenza non è per me eccellente, con alti superiori particolarmente aggressivi e medi scavati.
C'è comunque da tener conto che sono pure abituato all'acustica delle cuffie (ecco perché successivamente ho avuto "delusioni" anche per casse di una certa fattura), con l'ascolto dei strumenti e melodie più vicine a sé.

Certi brani che tenevo molto condividerli in famiglia, erano per me rovinati dal suono di queste casse, a parer mio... E in "soldoni", le mie cuffie non è che le abbia pagate tanto di più del prezzo complessivo di una coppia di queste casse Sony usate...
Perciò, grazie a questa prova che ho potuto fare, ho capito che in proporzione al prezzo, le casse bluetooth hanno il grande vantaggio di avere un "buon suono" in una "piccola scatoletta", ultra portatile e comodissima nel trasporto.
Ma per il resto, (qualità sonora, soundstage, potenza, dettaglio, prezzo...) è meglio delle vere casse, che risultano quindi esser anche ben più economiche di questa coppia di Sony.
Forse questo qualcuno lo darà per scontato, ma a volte io ho preferito l'equilibrio tra le frequenze di certe casse bluetooth rispetto a cuffie in teoria hifi entry level...

Ultimamente, per me è stato spettacolare, tanto che per me rappresenta il top di ciò che è uscito negli ultimi anni come rapporto qualità prezzo, la Tribit MaxSound, per me notevolmente meglio di queste Sony XB20. Un suono che si avvicina al flat di monitor da studio come Presonus, ad un prezzo eccellente...

Per chi come me non apprezza la lontananza dei medi, credo proprio che preferirà ben di più la Tribit...

Qualcuno ha chiamato questa cassa come una qualcuno "cassa con disturbo bipolare", dato che la risposta di frequenza cambia tangibilmente con i diversi volumi d'ascolto... Questa bipolarità della cassa viene reputata un difetto, ma preserva la cassa da avere troppa sollecitazione nelle membrane a causa dei bassi, come invece succede nel mio altro Taotronics Pulse X, che tende esageratamente a saturare il suono, seppur riesca comunque a non distorcere se non in certi brani difficili.

Il mio metodo d'ascolto preferito era comunque a volume medio, dove il suono è più equilibrato flat, seppur ho notato nel tempo che gli alti superiori così accentuati ed artificiali è ciò che meno mi piace, e lo dice un amante delle frequenze acute.
Personalmente sono un pò deluso dalla funzione Extra Bass, in quanto i medi/medio alti si allontanano ancora di più, e il suono risulta ancora più rarefatto, cosa che ho notato spesso in prodotti Sony...

Ok, ormai con l'uscita della Tribit, credo proprio che per il prezzo batte completamente questa Sony, a meno che non vi piaccia il suono a V con alti aggressivi... È tutto psicoacustica e soggettività...

Mentre se la si confrontasse con la "vecchia gloria" (ormai pure questo per me superato da altre...) l'Anker Boost, quest'ultima apparirebbe come avente un suono più fangoso e compatto nei bassi superiori e medi inferiori.

A parità di prezzo durante le promozioni, in questo caso, avrei probabilmente preferito il Sony, sopratutto se ascoltatato a volumi medi o bassi, in quanto a livelli alti il suono si sbilancia troppo nei medi e alti, ma almeno non distorce come spesso notato nell'Anker.

Un punto positivo di questa Sony che il basso scende un pò più in profondità negli herz rispetto sia alla Tribit che all'Anker, almeno analizzando le risposte in frequenza di un certo bravo youtuber. Io non sono riuscito a confrontarli nello stesso momento...

Complessivamente quindi, seppur c'è da dire che si tratta di un modello Sony di 2/3 generazioni fa, è un interessante prodotto solo se lo si trova ad un ottimo prezzo come usato per me, e solo se si apprezza il suono con alti accentuati e basso gonfio.
Dato che ora esiste sul mercato marchi come Tribit, decisamente ho dimenticato volentieri questo modello che per me ha un suono troppo aggressivo e irrealistico negli alti, e troppo fatuo nei medi.
Carine comunque la funzione luci, che danno comunque un effetto atmosfera...


Questa opinione rappresenta il parere personale di un membro di Opinioni.it e non di Opinioni.it.

locusta91

  • Rapporto Qualità/Prezzo
  • Qualità Audio
  • Materiali
  • Comfort
  • Praticità
Valuta questa opinione

Ti sembra utile quest'opinione?

Scrivi un commento

Questa funzione è disponibile solo per gli utenti che hanno effettuato il login

Altre opinioni degli utenti su Sony SRS-XB20

  • eraser
    opinione inserita da eraser il 16/09/2019
    Non ha la qualità dei suoi competitor. L'ho visto da amici. Meglio una cassa bose o jbl. In più fa fatica a connettersi con iphone xs. Buona qualità dei materiali e costo idoneo. ---------------------...
    Continua a leggere >
    Costo
    Suono